Progetti per la scuola

In linea con le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.) Tice si propone di supportare la funzione educativa della scuola, come luogo della prevenzione della psicopatologia e del disagio, e di promozione del benessere psicologico ed emotivo degli allievi e del personale docente.

Il modello utilizzato consiste nella presenza a scuola di un’equipe di psicologi e ricercatori specializzati in psicologia dello sviluppo, apprendimento, educazione e clinica dell’età evolutiva, che affianchi i docenti nella co-costruzione di interventi integrati capaci di rispondere alle esigenze specifiche del contesto in cui si sta operando.

I servizi per le scuole:

  • SPORTELLO D’ASCOLTO
  • CONSULENZE AI DOCENTI E AI GENITORI
  • PROGETTI E LABORATORI IN CLASSE
  • PEER LEARNING
  • RICERCA APPLICATA
  • FORMAZIONE GENITORI
  • FORMAZIONE DOCENTI : Tice è un centro di servizio e consulenza riconosciuto dalla Regione Emilia-Romagna per la formazione dei docenti (Guarda l’elenco regionale). I corsi di Tice sono organizzati sia in presenza (presso istituti e scuole) sia online.
I nostri progetti per la scuola

Vuoi scaricare i nostri materiali gratuiti?

Scarica il materiale per i bambini con bisogni educativi speciali (analisi grammaticale, schede a scelta multipla, verbo essere, analisi grammaticale schede a scelta multipla verbo avere, aggettivi, nomi pronomi, tabelline, matematica). 

Compila il form e inserisci la tua mail. Riceverai un mail con tutto il materiale gratuito.

    Progetti per il mondo dello sport

    • Analisi, valutazione e intervento sulle dinamiche di gruppo per promuovere la coesione e l’orientamento all’obiettivo. G., presidente di una società di pallacanestro: “Non ho mai creduto nel lavoro degli psicologi, come va una squadra si vede sul campo… Ma mi sono dovuto ricredere il lavoro sulle relazioni ci ha reso più squadra e, ammetto, abbiamo vinto di più.”
    • Psicologo sportivo: Tice mette a disposizione uno psicologo di riferimento per tutte le complessità che una società può incontrare nella gestione del rapporto con atleti e famiglie. Esempio di un general manager di una società di calcio “Ogni venerdì, quando l’allenatore convocava i bambini era una tragedia, nella chat dei genitori succedevano solo casino. L’intervento dello psicologo ci ha davvero aiutato a crescere come società, e anche molti genitori ce lo hanno riconosciuto: siamo cambiati.”
    • Progetti di ricerca per valutare gli oucomes (effetti) della pratica sportiva. L., presidente di una ASD di Arti Marziali: “Fare ricerca su come le arti marziali possono aiutare la concentrazione dei ragazzi ci ha aiutato nella comunicazione con le famiglie. Certo non è facile raccogliere i dati, ma i dati sono fatti e dicono tanto.”
    • Consulenza agli istruttori e allenatori per potenziare la coesione di squadra, le funzioni di leadership, le comunicazioni infra-gruppo e per facilitare l’esperienza di formazione sportiva per giovani atleti. M., allenatore di pallavolo: “Sentivo di avere un gruppo non coeso, pensavo che a volte i gruppi nascono bene e altre volte male invece ho capito che mettendosi in gioco si può imparare a diventare un gruppo.”
    • Formazione e supervisione degli istruttori nella gestione di gruppi di bambini e/o nella gestione di bambini con iperattività o altri problemi comportamentali., istruttrice di nuoto: “Ogni volta che entravo in vasca sapevo che XXX non avrebbe fatto nulla di quello che chiedevo, mi sentivo imbarazzo e sono arrivato a sperare che cambiasse sport. Ho imparato il rinforzo differenziale e ora gestisco benissimo XXX.”
    • Training individuale per l’incremento delle abilità cognitive (attenzione, concentrazione, ecc.) coinvolte nelle prestazioni. Esempio di un giocatore di basket: “Quando tiravo a canestro, anche se non lo dicevo apertamente, nella mia testa pensavo a che figura avrei fatto se lo avessi sbagliato: vedere il mio pensiero mi ha aiutato a… Pensarlo meno.”
    • Gestione dell’ansia, tennista: “Quando fai sport e perdi è brutto perché ti sembra di non essere nessuno e ti sale un’ansia enorme. L’ansia è davvero brutta. Io volevo che mi passasse subito, invece è stata dura come la riabilitazione di un infortunio, ma ora mi sento di saperla gestire.”
    • Orientamento al futuro. C., calciatore: “Dicevo che il futuro non mi interessava perché la cosa importante era il presente e vincere. Ho smesso di studiare e non mi chiedevo mai cosa avrei fatto da vecchio. Poi la psicologa mi ha aiutato a pensare al futuro e a costruire, intanto che ero sportivo, quello che avrei voluto diventare.”

    Consulenza e supporto per la gestione delle emozioni del figlio/a connesse allo sport. Esempi di dubbi che alcuni dei nostri genitori ci hanno rivolto.

    “Non sapevo cosa dirgli quando non lo convocavano”

    “Non so mai se devo obbligarlo o no ad andare a allenamento”

    “Non capivo perché tutti si facevano la doccia e lui no”

    “Ero terrorizzata che l’ambiente della danza la rendesse troppo attenta all’alimentazione”

    “Volevo tenerlo a casa perché doveva studiare”

    “Dopo che ha preso due note ho deciso di non mandarlo a rugby per un mese”

    Progetti per la scuola guida

    TICE TRAFFICO: i servizi di Tice per la sicurezza nei trasporti

    La Psicologia del traffico si occupa in generale di tutela della salute pubblica nell’ambito della mobilità e dei trasporti di persone e cose, non solo su strada ma anche nelle ferrovie, aviazione e marina. 

    Si focalizza sulle condotte degli utilizzatori dei mezzi di locomozione, sui processi psicologici che le sostengono e sulle caratteristiche delle infrastrutture, cercando di minimizzare i rischi per la salute connessi all’uso dei vari mezzi di trasporto, di ridurre gli incidenti e incrementare la sicurezza.

    Progetti per la scuola guida

    Formazione insegnanti di scuola guida. Il DM n. 17/2011 – “Regolamento recante la disciplina dei corsi di formazione e procedure per l’abilitazione di insegnanti ed istruttori di autoscuole” – ha infatti introdotto, nel percorso formativo iniziale per insegnanti e istruttori di autoscuole, l’insegnamento “Elementi di pedagogia e di tecnica delle comunicazioni” riservato alla docenza di uno Psicologo “esperto in pedagogia, circolazione del traffico, tecnica della comunicazione o sicurezza viaria”.

    Il programma formativo prevede un monte ore differenziato: 10 ore di docenza per il corso da istruttori e 15 per quello da insegnanti. Inoltre, il DM n. 17/2011 prescrive l’obbligo di aggiornamento per insegnanti e istruttori, effettuato tramite “corsi di formazione periodica” – della durata di otto ore e da svolgersi ogni due anni – che prevedono ulteriori ore di docenza riservate a Psicologi.

    Tice propone percorsi di supporto emotivo nella gestione dell’ansia da guida attraverso incontri di psico-educazione e accompagnamento durante le guide, e percorsi psico-educativi per adolescenti con la funzione di aumentare la consapevolezza sui rischi legati alla guida (stupefacenti, alcol, utilizzo cellulare).

    Stress Lavoro-Correlato

    Lo Stress Lavoro-Correlato è un rischio di natura psicosociale, un fenomeno che si origina sul luogo di lavoro e che può compromettere la salute psicofisica delle persone.

    Il D.Lgs. 81/08, il Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro, ha introdotto specifiche norme che riguardano la tutela e la salvaguardia del benessere del lavoratore. Nello specifico, l’art. 28 del Decreto obbliga i datori di lavoro di tutte le aziende italiane a valutare tale rischio con l’obiettivo di individuare gli eventuali fattori di stress tra i dipendenti e trovare soluzioni che possano ridurre lo stress, prevenendo conseguenze dannose alle persone, alle azienda e all’intera società.

    Progetti per le aziende

    È importante sapere che questo rischio non è irrilevante, ma al contrario l’Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro ha stimato che 1 lavoratore italiano su 4 soffre di stress (27% dei lavoratori) e le giornate lavorative perse, per cause collegate allo stress, oscillano tra il 50% e 60% del totale dei giorni non lavorati.

    Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi (CNOP, 2013), osserva che lo psicologo, rispetto altri professionisti che si occupano dell’ambito del lavoro, possiede già nella definizione della propria figura professionale una gamma di competenze funzionali e coerenti con gran parte dei compiti previsti dal D.Lgs. 81/2008, sia per quanto attiene all’individuazione e alla valutazione dei rischi psicosociali di stress, che per la messa appunto di attività di prevenzione.

    Tra queste competenze possiamo citare:

    •  la possibilità di realizzare progetti formativi per la promozione e lo sviluppo delle potenzialità di crescita individuale, per facilitare i processi di comunicazione, per migliorare gli aspetti connessi alla gestione dello stress e qualità di vita
    • l’applicazione di protocolli per l’orientamento professionale, per l’analisi dei bisogni formativi, per la selezione e la valorizzazione delle risorse umane
    • l’utilizzo di test ed altri strumenti validati per l’analisi delle componenti oggettive e soggettive di Stress Lavoro-Correlato, come per esempio alcuni questionari che sono adoperabili esclusivamente da psicologi iscritti all’Albo A.

    Cosa puoi trovare a Tice?

    I nostri psicologi possono fornire strumenti efficaci e conoscenze tecniche per supportare titolari d’azienda e collaboratori nel:

    • valutare lo stress lavoro correlato con strumenti (test e questionari) specifici 
    • comunicare con linguaggio semplice e comprensibile i risultati delle valutazione 
    • tracciare le linee guida necessarie;
    • tutelare la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro
    • Svolgere programmi di psico-educazione per promuovere una cultura di tutela della salute mentale 
    • Attuare progetti per facilitare e ridurre lo stress delle lavoratrici madri 

    Per una consulenza professionale contatta il nostro Team

    Progetti per la sicurezza e per le aziende

    con particolare riguardo allo stress lavoro-correlato, e interventi per la salute e sicurezza nei posti di lavoro anche in una prospettiva ergonomica, sulla formazione e apprendimento delle regole di sicurezza, sulle reazioni automatiche a specifiche situazioni di pericolo, ecc.;

    con assessment delle dinamiche intragruppo e programmi di intervento per un migliore il funzionamento dei gruppi di lavoro e per la mediazione dei conflitti interpersonali e sociali sul posto di lavoro;

    Consulenza alla progettazione e realizzazione di interventi sulla motivazione del personale, il benessere lavorativo e il coinvolgimento organizzativo nelle diverse fasi della carriera lavorativa, anche in relazione a processi di cambiamento organizzativo;

    per la definizione di progetti di scelta professionale, di sviluppo di carriera, di sostegno in situazioni di cambiamento di lavoro, perdita del lavoro e reinserimento professionale, ecc.;

    degli ospedali e di tutte le strutture socio- assistenziali (Comunità assistenziali, Comunità per anziani, C.P.S., Centri di riabilitazione, Consultori, ecc.).

    Potenziamento per DSA | Centro Tice