Dalla nascita di Tice nel 2006, abbiamo ricevuto molte richieste su come aiutare al meglio gli studenti con DSA alle prese con la matematica e le materie scientifiche (fisica, biologia, chimica e informatica).

Per questo abbiamo creato un team di professionisti formati sia sulle materie scientifiche (ad es. matematica, biologia) sia sulle modalità di insegnamento e supporto di ragazzi con DSA . Il nostro team ha sviluppato una serie di strategie utili per aiutare gli studenti sia a modificare il loro atteggiamento verso la matematica sia ad ottenere migliori risultati.

Ci occupiamo principalmente di studenti delle scuole superiori e studenti universitari.

I nostri disciplinaristi (studiosi di materie scientifiche) sono formati per supportare i ragazzi con lezioni on line o in vivo. 

Molti degli studenti con dsa che hanno frequentato Tice hanno raccontato di aver modificato il loro atteggiamento verso la matematica. 

Qualche approfondimento su matematica e DSA

Raramente le difficoltà di apprendimento della matematica fanno sì che i bambini vengano indirizzati ad una valutazione, in molti sistemi scolastici, i servizi di diagnosi e valutazione sono forniti e consigliati quasi esclusivamente sulla base delle difficoltà di lettura dei bambini. Anche dopo la diagnosi, a pochi bambini viene fornito un supporto specifico per la risoluzione delle loro difficoltà aritmetiche.
 
Questa relativa negligenza potrebbe portare i genitori e gli insegnanti a credere che i problemi di apprendimento aritmetico non siano molto comuni, o forse non molto gravi. Tuttavia, circa il 6% dei bambini in età scolare ha deficit di matematica significativi e tra gli studenti con DSA, le difficoltà aritmetiche sono diffuse quanto i problemi di lettura. Ciò non significa che tutte le difficoltà di lettura siano accompagnate da problemi di apprendimento aritmetico, ma significa che i deficit di matematica sono diffusi e necessitano di attenzione e preoccupazione equivalenti.
 
Gli effetti dell’insuccesso in matematica durante gli anni di scuola, insieme all’analfabetismo matematico nella vita adulta, possono ostacolare seriamente sia la vita quotidiana che le prospettive professionali. Nel mondo di oggi, la conoscenza matematica, il ragionamento e le abilità non sono meno importanti della capacità di lettura.
DSA MATEMATICA - Centro Tice

Diversi tipi di problemi di apprendimento della matematica

Come per le difficoltà di lettura degli studenti, quando sono presenti difficoltà di matematica, variano da lievi a gravi; ci sono anche prove che evidenziano come i bambini manifestano non solo diversi livelli di difficoltà ma anche differenti tipologie di difficoltà in matematica.

Padroneggiare i fatti numerici di base

Molti studenti con DSA hanno persistenti difficoltà a “memorizzare” i fatti numerici di base in tutte e quattro le operazioni, nonostante un’adeguata comprensione e il grande sforzo speso nel tentativo di farlo.

Invece di sapere prontamente che 5+7 = 12, o che 4×6 = 24, questi bambini continuano faticosamente per anni a contare le dita, segni di matita o cerchi scarabocchiati e sembrano incapaci di sviluppare da soli strategie di memoria efficienti.

Per alcuni, questo rappresenta l’ unica notevole difficoltà di apprendimento della matematica e, in questi casi, è fondamentale non insistere a fargli memorizzare i fatti. Piuttosto, dovrebbero essere autorizzati a utilizzare una calcolatrice per procedere a calcoli, applicazioni e risoluzione dei problemi più complessi.
DSA MATEMATICA - Centro Tice
DSA MATEMATICA - Centro Tice

Debolezza aritmetica / talento matematico

Alcuni studenti con difficoltà di apprendimento hanno un’ottima padronanza dei concetti di matematica, ma sono incoerenti nel calcolo. Sono inaffidabili nel prestare attenzione al segno operativo, nel prendere in prestito o nel trasportare in modo appropriato e nel sequenziare le fasi in operazioni complesse. Questi stessi studenti possono anche incontrare difficoltà a padroneggiare i fatti numerici di base.

È interessante notare che alcuni degli studenti con queste difficoltà possono essere in seria difficoltà nelle operazioni che richiedono calcolo, ma partecipare a lezioni di matematica più complessa in cui è richiesta la loro abilità concettuale.

Poiché la matematica è molto di più che un calcolo affidabile è importante osservare più ambiti e non giudicare l’intelligenza o la comprensione osservando solo abilità deboli o di livello inferiore. Spesso è necessario trovare un delicato equilibrio nel lavorare con studenti con DSA per questo è importate:

  • Riconoscere le loro debolezze nel calcolo a mente;
  • Mantenere uno sforzo persistente per rafforzare le abilità carenti o compensarle con strumenti adeguati;
  • Condividere una partnership con lo studente per promuovere autodeterminazione e desiderio di riuscire in matematica.

Il sistema di simboli scritti e materiali concreti

Molti bambini piccoli che hanno difficoltà con la matematica hanno una solida base di comprensione informale della matematica. Incontrano difficoltà nel collegare questa base di conoscenza alle procedure, al linguaggio e al sistema di notazione simbolica più formali della matematica scolastica

La collisione delle loro abilità informali con la matematica scolastica somiglia a quella di un bambino melodioso e ritmico che sperimenta la musica scritta come qualcosa di diverso da ciò che già può fare. In effetti, è un’impresa piuttosto complessa mappare il nuovo mondo dei simboli matematici scritti sul mondo conosciuto delle quantità, delle azioni e, allo stesso tempo, imparare il linguaggio peculiare che usiamo per parlare di aritmetica. 

Gli studenti hanno bisogno di molte esperienze ripetute e di molte varietà di materiali concreti per rendere queste connessioni forti e stabili.

DSA MATEMATICA - Centro Tice
DSA MATEMATICA - Centro Tice

Il linguaggio della matematica

Alcuni studenti DSA sono particolarmente ostacolati dagli aspetti linguistici della matematica, con conseguente confusione sulla terminologia, difficoltà nel seguire le spiegazioni verbali e / o capacità verbali deboli per monitorare le fasi di calcoli complessi. E’ importante che gli insegnanti aiutino gli studenti rallentando il ritmo della loro consegna, e fornendo informazioni in segmenti discreti. Questo “frammento” rallentato di informazioni verbali è importante quando si pongono domande, si danno indicazioni, si presentano concetti e si offrono spiegazioni.

Altrettanto importante è chiedere spesso agli studenti di verbalizzare ciò che stanno facendo. Troppo spesso, il tempo di matematica è riempito con la spiegazione dell’insegnante o con la pratica scritta silenziosa. Gli studenti con DSA dovrebbero poter dimostrare con materiali concreti e spiegare cosa stanno facendo non solo nelle prime classi ma a tutti i livelli di matematica.

In genere, i bambini con DSA reagiscono ai problemi di matematica sulla pagina come segnali per fare qualcosa, piuttosto che come frasi significative che devono essere lette per la comprensione. È quasi come se evitassero specificamente di verbalizzare. Sia gli studenti più giovani che quelli più grandi devono sviluppare l’abitudine di leggere e raccontare problemi prima, durante e dopo averli calcolati. Prestando attenzione ai semplici passaggi dell’auto-verbalizzazione, possono monitorare una maggior parte dei loro errori di attenzione ed errori incuranti.

Visual-spatial aspects of math

Un piccolo numero di studenti DSA presenta disturbi nell’organizzazione visivo-spaziale-motoria, che possono risultare in una comprensione debole o carente dei concetti, “senso del numero” molto scarso, difficoltà specifiche con rappresentazioni pittoriche e / o grafia scarsamente controllate e arrangiamenti confusi dei numeri e segni sulla pagina. 
 
Questo piccolo sottogruppo potrebbe richiedere un’enfasi molto forte su descrizioni verbali precise e chiare. Esempi pittorici o spiegazioni schematiche possono confonderli completamente, quindi non dovrebbero essere usati quando si cerca di insegnare o chiarire concetti. In effetti, questo sottogruppo necessita specificamente di un rimedio nell’area dell’interpretazione delle immagini, della lettura di diagrammi e grafici e dei segnali sociali non verbali. Per sviluppare una comprensione dei concetti matematici, può essere utile fare un uso ripetuto di materiali didattici concreti.
 
L’obiettivo di questi studenti è costruire un forte modello verbale per le quantità e le loro relazioni al posto della rappresentazione mentale visuale-spaziale che la maggior parte delle persone sviluppa. 
 
È importante riconoscere che alcuni DSA o BES possono avere i gravi deficit di organizzazione visivo-spaziale che rendono estremamente difficile lo sviluppo di semplici concetti matematici. Quando tali deficit sono accompagnati da forti capacità verbali, c’è la tendenza a non credere nell’area compromessa del funzionamento. Così, genitori e insegnanti possono passare anni a rimproverare:
 
“Non sta provando” … “Non fa attenzione” … “Deve avere una fobia per la matematica” … “Probabilmente è un problema emotivo”. 
Una lettura errata dei problemi in questo modo ritarda il lavoro appropriato necessario sia in matematica che in altre aree.
DSA MATEMATICA - Centro Tice

IN SINTESI

Le difficoltà di apprendimento della matematica sono comuni, significative e meritano una seria attenzione didattica. Gli studenti possono rispondere a ripetuti fallimenti diminuendo lo sforzo, abbassando l’autostima e mettendo in atto comportamenti di evitamento. Inoltre, carenze matematiche significative possono avere conseguenze sulla gestione della vita quotidiana, nonché sulle prospettive di lavoro e sulla promozione.
  • I PROBLEMI DI APPRENDIMENTO DELLA MATEMATICA
    SI MANIFESTANO IN VARI MODI
  • Le difficoltà linguistiche, anche lievi,
    possono interferire con l'apprendimento della matematica.
  • Difficoltà a collegare la matematica informale
    alla matematica della scuola formale.
  • Una difficoltà matematica, meno comune, deriva
    da una significativa disorganizzazione visivo-spaziale-motoria

Nei bambini e ragazzi con DSA i problemi di apprendimento della matematica variano da lievi a gravi e si manifestano in vari modi. Le più comuni sono le difficoltà con il richiamo efficiente dei fatti aritmetici di base e l'affidabilità nel calcolo scritto. Quando questi problemi sono accompagnati da una forte comprensione concettuale delle relazioni matematiche e spaziali, è importante non frenare lo studente concentrandosi solo sul potenziare il calcolo.

In particolare, molti studenti DSA hanno la tendenza a evitare di verbalizzare nelle attività di matematica, tendenza spesso esacerbata dal modo in cui la matematica viene insegnata tipicamente. Sviluppare un’abitudine a verbalizzazione esempi e procedure matematiche può aiutare notevolmente a rimuovere gli ostacoli al successo nelle impostazioni matematiche tradizionali.

Per costruire queste connessioni ci vogliono tempo, esperienze e istruzioni attentamente guidate. L'uso di materiali strutturati e concreti è importante per garantire questi collegamenti, non solo nelle prime classi elementari, ma anche durante le fasi di sviluppo del concetto di matematica di livello superiore. Alcuni studenti necessitano di un'enfasi particolare sulla traduzione tra diverse forme scritte, diversi modi di leggerle e varie rappresentazioni (con oggetti o disegni) di ciò che significano.

La formazione di concetti matematici di base è compromessa: i metodi per compensare includono evitare l'uso di immagini o grafici per trasmettere concetti, costruire versioni verbali di idee matematiche e usare materiali concreti come ancore.

In sintesi, in qualità di docenti, educatori e insegnati c’è molto che possiamo e dobbiamo fare
in quest’area che richiede un’attenzione molto maggiore di quella che abbiamo normalmente fornito.

Per scoprire come essere supportato contatta

SEDE DI CORREGGIO




    Se sei un docente scopri come formarti con noi

    I NOSTRI SERVIZI